research-feature-img-2

sei in:

Home> IRCCS SDN> Organizzazione della ricerca

Organizzazione della ricerca

L’organizzazione delle attività di ricerca dell’IRCCS SDN prende la forma di una rete sia all’interno che all’esterno dell’Istituto.
Uno degli scopi principali dell’IRCCS SDN è l’integrazione tra i diversi progetti di ricerca che si sviluppano sia nel settore della Diagnostica per Immagini che in quello della Diagnostica Molecolare. I progetti di ricerca raggruppano professionalità diverse e coinvolgono molti giovani ricercatori; ad oggi, l’Istituto conta tra i suoi collaboratori circa una decina di ricercatori al di sotto dei 30 anni. Molti ricercatori creano rete con altri enti di ricerca e con università Campane e non, con l’intento di portare internamente le conoscenze acquisite all’esterno.
I ricercatori interni sono incentivati, anche economicamente, a produrre risultati pubblicati su riviste scientifiche internazionali e che siano traslabili alla pratica clinica, nonché a partecipare o organizzare convegni scientifici per discutere e condividere le ricerche con gli specialisti delle loro aree di ricerca all’interno della comunità scientifica internazionale, nella convinzione che la diffusione delle conoscenze sia un elemento importante tanto quanto la loro produzione, se l’obiettivo è avere un impatto sul miglioramento della salute delle persone.
Con scadenze mensili, l’IRCCS SDN organizza delle giornate scientifiche allo scopo di condividere i risultati intermedi delle ricerche e favorire lo scambio di conoscenze tra i ricercatori appartenenti ai vari gruppi.
Oltre alla rete di organizzazione interna, l’IRCCS SDN ha attivato numerose collaborazioni di ricerca con diverse istituzioni nazionali ed internazionali.
Tra le prime si segnalano:

  • IRCCS Istituto Nazionale Tumori “Fondazione G. Pascale” di Napoli;
  • IRCCS Centro S. Giovanni di Dio Fatebenefratelli di Brescia;
  • Università di Napoli “Federico II” (Dipartimento di Scienze Biomediche Avanzate, Dipartimento di Neuroscienze, Scienze Riproduttive ed Odontostomatologiche, Dipartimento di Medicina Molecolare e Biotecnologie Mediche, Dipartimento di Medicina Clinica e Chirurgia, Scuole di Specializzazione in Biochimica Clinica-Radiodiagnostica e Medicina Nucleare);
  • Università degli Studi Parthenope di Napoli (Dipartimento di Scienze del Movimento Umano);
  • Università Bocconi di Milano;
  • CEINGE-Biotecnologie Avanzate scarl;
  • CNR (Dipartimento di Progettazione Molecolare, Istituto di Biostrutture e Bioimmagini);
  • Università di Firenze (Dipartimento di Scienze Biomediche, Sperimentali e Cliniche);
  • Università degli Studi di Salerno (Dipartimento di Medicina e Chirurgia);
  • Seconda Università degli Studi di Napoli (Dipartimento di Patologia Generale);
  • A.O.U. Seconda Università di Napoli;
  • Fondazione Istituto Italiano di Tecnologia.

A livello internazionale, invece, sono attive le seguenti collaborazioni:

  • Università di Parigi XII CHU Henru Modor;
  • Boston Massachutes General Hospital-Harvard Medical School (Center for Advanced Medical Imaging Sciences);
  • University Hospital di Friburgo (Department of Diagnostic Radiology);
  • Erasmus University Medical Center di Rotterdam.

Oltre alle collaborazioni di ricerca, l’IRCCS SDN ha rafforzato, negli ultimi anni, la sua capacità di operare in rete grazie alla partecipazione, in qualità di membro, in alcune reti nazionali ed internazionali, ed in particolare:

  1. IATRIS - Italian Advanced Translational Research Infrastructure, nata per creare e sviluppare in Italia una rete di istituzioni e servizi per la ricerca traslazionale funzionale agli utenti nazionali nell’ambito del progetto EATRIS – European Advanced Translational Research Infrastructure in Medicine (EATRIS);
  2. EIBIR - European Institute for Biomedical Imaging Research, la quale mira a coordinare e sostenere lo sviluppo di tecnologie di imaging biomediche e la diffusione delle conoscenze, con l’obiettivo finale di migliorare la diagnosi, il trattamento e la prevenzione delle malattie. Scopo principale della piattaforma è di supportare le attività di ricerca in rete e di promuovere iniziative comuni e l’interoperabilità nel campo della ricerca nell’imaging biomedico;
  3. ADNI – Alzheimer’s Disease Neuroimaging Initiative, riunisce ricercatori che lavorano per definire la progressione della malattia di Alzheimer. I ricercatori ADNI raccolgono, validano e utilizzano i dati come la risonanza magnetica e immagini PET, genetica, test cognitivi, CSF e biomarcatori ematici come indicatori di malattia;
  4. EUROBIOIMAGING, progetto di infrastrutture di ricerca pan-europea su ampia scala dell’ESFRI – European Strategy Forum on Research Infrastructure, la cui missione è quella di costruire una infrastruttura di imaging in tutta Europa che fornirà l’accesso aperto alle tecnologie innovative di imaging biologico e medico per i ricercatori europei;
  5. KIC – cordata italiana “Healthy living and active aging”.