research-feature-img-2

sei in:

Home> News dalla diagnostica di laboratorio> Test radicali liberi e stress ossidativo

Test radicali liberi e stress ossidativo

Perche’ fare il test per i radicali liberi?

I radicali liberisono prodotti di “scarto (molecole instabili)” che si formano naturalmente all’interno delle cellule del nostro corpo, quando l’ossigeno viene utilizzato nei processi metabolici per produrre energia (ossidazione ).

Nel nostro organismo esiste equilibrio fra produzione e “smaltimento” dei radicali liberi; la rottura di questo equilibrio , chiamato  -stress ossidativo-, può accelerare il fisiologico processo di invecchiamento e provocare l’insorgenza di numerose malattie: dell’apparato cardiovascolare, diabete, sclerosi multipla, artrite reumatoide, enfisema polmonare, cataratta, morbo di Parkinson e Alzheimer, dermatiti, cancro ecc.

A provocare lo stress ossidativo contribuiscono fattori esterni: chimici (farmaci, droghe, alcol, fumo, etc.), fisici (radiazioni) e fattori interni: biologici (malattie infettive, vaccini, ansia, stati depressivi, etc.)

Gli esami del sangue per misurare lo stress ossidativo comprendono indagini di laboratorio (test per quantizzare radicali liberi e agenti antiossidanti) che possono inquadrare il problema e, ove è possibile, riportare, con opportune terapie antiossidanti, l’equilibrio nell’organismo.

Quali sono i test che misurano i radiclai liberi e lo stress ossidativo?

BAP test ( Biological Antioxidant Potential): misura la componente globale antiossidante nel sangue;

d-ROMs (Reactive Oxygen Metabolites – Metaboliti Reattivi dell’Ossigeno): quantizza lo stato di ossidazione del sangue in termini di U. Carr (Unità Caratelli); Nei soggetti sani il d-ROMs assume un valore compreso fra 250 e 300 UNITÀ CARR (U CARR), che ne rappresenta anche l’intervallo o range di normalità. Valori superiori a 300 U CARR sono indicativi di una condizione di stress ossidativo.

In linea di massima, valori elevati del d-ROMs test si osservano in soggetti esposti a fattori di rischio per lo stress ossidativo (es. fumo di sigaretta, abuso di bevande alcoliche, esercizio fisico inadeguato, diete quanti/qualitativamente sbilanciate ecc.) o a patologie associate ad alterazioni del bilancio ossidativo (es. malattie cardiovascolari, disordini neurodegenerativi, sindrome metabolica, tumori, ecc.) o a trattamenti in grado di aumentare il livello di specie ossidanti (es. contraccettivi orali, radio/chemioterapici, dialisi, interventi di by-pass, etc.).

Antiossidanti che combattono lo stress ossidativo:

COENZIMA Q10: Importante agente ossidante per la produzione di energia da parte delle cellule. Viene sintetizzato dal nostro organismo ma la sua produzione diminuisce con l’invecchiamento.

Il coenzima Q10 può essere utilizzato nel ripristino della fisiologica funzionalità cardiovascolare. Viene utilizzato come anti-aging, per contrastare il processo di invecchiamento generale e i fenomeni legati al declino senile, il danneggiamento dei tessuti cutanei e, a dosaggi molto alti, alcune patologie degenerative, quali il morbo di Parkinson agli stadi iniziali.

E’ noto che il coenzima Q10 può interferire con un farmaco anticoagulante quale la warfarina, diminuendone l’efficacia;

GLUTATIONE: E’ un potente antiossidante, cioè un disattivatore di radicali liberi con una spiccata azione anti-invecchiamento. Interviene nel sistema immunitario, migliora l’utilizzo e la biodisponibilità del ferro ingerito con gli alimenti. Aiuta l’organismo a liberarsi dai metalli tossici come il mercurio, piombo, cadmio. Tampona gli effetti tossici dell’alcool, degli additivi e sostanze chimiche ingerite o inalate come i nitriti, nitrati, anilina, derivati dal toluolo e dal benzolo, etc. Lo stesso per gli effetti dovuti a radiazioni e chemioterapici;

MALONDIALDEIDE: Prodotto ultimo di tutti i processi ossidativi a carico degli acidi grassi polinsaturi. Un aumento comporta alterazione alla struttura del DNA (mutazioni) e la presenza di radicali liberi perossidasici favorisce l’insorgere di aterosclerosi.

VITAMINA A: Essenziale per le cellule epiteliali, per la vista, per la crescita delle ossa e dei denti per la normale maturazione sessuale nell’adolescente e la fertilità nell’adulto, aumenta la resistenza alle infezioni, protegge la pelle dai danni causati dall’esposizione al sole ed ha un potente effetto antiossidante (combatte i radicali liberi, contrasta gli effetti dannosi provocati dall’inquinamento e dal fumo, previene il cancro alla prostata);

VITAMINA B: Essenziale per la crescita, importanti nella sintesi degli ormoni, importanti per il corretto metabolismo delle cellule e dei tessuti.

VITAMINA C (anche detta acido L-ascorbico): E’ una vitamina idrosolubile dalle proprietà antiossidanti che svolge numerose funzioni nel nostro organismo ed è assimilabile soprattutto attraverso l’alimentazione, essendo presente in svariati prodotti naturali. Questa vitamina ricopre un ruolo importante nel benessere dell’organismo, permette una corretta sintesi del collagene, che ha il compito di rinforzare la cute, le ossa e i vasi sanguigni;

VITAMINA E: E’ la vitamina antiossidante per eccellenza, protegge i lipidi delle membrane cellulari l’LDL (lipoproteine a bassa densità), principale bersaglio dei radicali liberi.